Finita l'estate inizia un'altra stagione turistica

/, Viaggi nel Cilento/Il Cilento tutto l’anno! Escursioni di Primavera

Il Cilento tutto l’anno! Escursioni di Primavera

1° giorno: SALERNO  – PAESTUM – CASAL VELINO

Arrivo del gruppo alla stazione ferroviaria di Salerno. Incontro con assistente Cilento Incoming e sistemazione su BUS GT. Pranzo in caseificio a Paestum. Arrivo a Paestum Paestum, l’antica Poseidonia,  dichiarata Patrimonio dell’umanità Unesco, consente di vivere un’esperienza unica tra storia, arte e cultura, ripercorrendo i passi degli antichi greci e romani. A dominare l’area archeologica sono i tre templi di ordine dorico, edificati nelle due aree santuariali urbane di Paestum, dedicate rispettivamente ad Hera e ad Athena. Di fronte l’area archeologica, sorge il Museo Archeologico Nazionale di Paestum, nel quale sono esposti numerosi reperti archeologici rinvenuti sul territorio: vasi, statue, monete, gioielli, ma in particolare le lastre dipinte della cosiddetta Tomba del Tuffatore, unico esempio di pittura di età greca della Magna Grecia. Il pranzo è previsto in azienda casearia. Proseguimento per Casalvelino, arrivo presso hotel Leucosya, sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento

 

2° giorno: PADULA – PERTOSA

Prima colazione in albergo e partenza per la visita della Certosa di Padula. E’ la più grande Certosa d’Italia e, con i suoi 12.000m², possiede il più grande chiostro del mondo contornato da 84 colonne. Una grande scala a chiocciola, in marmo bianco, porta alla grande biblioteca del convento. Costruita nel 1306, la storia dell’edificio copre un periodo di circa 450 anni. La Certosa ricorda nel disegno, la graticola, strumento del martirio cui fu sottoposto San Lorenzo, al quale deve il nome, riprodotto più volte nelle decorazioni e nei fregi di tutto il complesso. Pranzo in ristorante a base di prodotti tipici.

Visita alle Grotte di Pertosa, attrattiva principale del territorio, le “Grotte dell’Angelo” rappresentano il fenomeno carsico più rilevante dell’intera Campania, la cui origine risale a circa 35 milioni di anni fa. Sia i Greci che i Romani utilizzarono il complesso come sede di culto, poi fu dedicato dai cristiani a San Michele Arcangelo. L’accesso alle grotte è rappresentato da un ampio androne, dove è presente l’altare dedicato a San Michele. All’interno delle grotte si può riscontrare la particolare limpidezza delle formazioni calcaree: una meravigliosa opera di intarsio naturale che affascina tutti. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

3° giorno: PALINURO – OASI MORIGERATI

Prima colazione in albergo e trasferimento a Palinuro e giro delle grotte. La gita si effettua lungo il promontorio di Capo Palinuroè adatta a tutti, dura all’incirca 2 ore, e comprende la visita alle grotte e una piccola sosta bagno alla bellissima Baia del Buon Dormire, se lo desidera. Nelle sue cinque punte, Capo Palinuro custodisce gelosamente quattro grotte marine: la Grotta Azzurra, la Grotta del Sangue, la Grotta dei Monaci, e la Grotta Sulfurea, visitabili internamente in barca. Si visitano anche la Grotta delle Ossa e l’Arco Naturale. La gita si svolge a bordo dei “gozzi”, tipiche barche dei pescatori, molto sicure, stabili e condotte da personale esperto e qualificato.

Pranzo in ristorante e trasferimento all’Oasi di Morigerati. Il fiume Bussento ad un certo punto del suo corso si getta in un inghiottitoio e ricompare in una grotta qualche chilometro più a sud nei pressi di Morigerati. Una suggestiva passeggiata tra grotte, canyon e tratti all’aperto offre uno scenario di straordinario valore paesaggistico e naturalistico. Rientro in albergo per la cena ed il pernottamento.

 

 

4° giorno: AGROPOLI – CASTELLABATE

Prima colazione in albergo e partenza per la visita di Agropoli, città da uno splendido passato da raccontare, rintracciabile nel suo Centro storico, perfettamente conservato.  Il cuore antico, a cui si accede da un monumentale portale del 600, è un trionfo di vicoli, casette ricavate nella roccia, “scalinatelle” scoscete che sembrano tuffarsi nell’azzurro del mare prospiciente. Sosta per il pranzo a base di pesce.

Nel pomeriggio passeggiata presso Castellabate, dove si potrà visitare il caratteristico centro antico medievale, costruitosi gradualmente attorno al  famoso Castello dell’Abate, con un imperdibile panorama sul mare. La località è divenuta famosa anche grazie al noto  film “Benvenuti al Sud”.

Rientro in albergo, cena e pernottamento.

 

5° giorno: VELIA – STAZIONE FERROVIARIA SALERNO

Prima colazione in albergo e partenza per la visita del sito archeologico di Velia, uno dei più importanti di tutta la Magna Graecia. Patria dei filosofi Parmenide e Zenone nonché culla della scuola eleatica e del pensiero occidentale. Rientro in albergo per il pranzo.

 

By | 2020-02-17T15:18:27+00:00 agosto 29th, 2017|Cosa fare, Viaggi nel Cilento|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment